servizio

Servizio

L’ambito della Parola servita

Sotto la categoria “servizio” si vuole ricordare tutti coloro che nella nostra comunità parrocchiale svolgono un ministero particolare ed essenziale di diaconia che si manifesta nel servire Gesù nei piccoli, nei poveri, nei sofferenti, nel pellegrino, nel carcerato… in tutti i volti e in tutti i luoghi in cui siamo chiamati a scoprire la presenza di Gesù.
Papa Benedetto XVI, a tal proposito, così si esprimeva: «Anche il servizio della carità è una dimensione costitutiva della missione della Chiesa ed è espressione irrinunciabile della sua stessa essenza; tutti i fedeli hanno il diritto ed il dovere di impegnarsi personalmente per vivere il comandamento nuovo che Cristo ci ha lasciato (cfr Gv 15,12), offrendo all’uomo contemporaneo non solo aiuto materiale, ma anche ristoro e cura dell’anima >> (cfr Lett. enc. Deus caritas est, 28).
L’amore a Dio e agli uomini costituisce il centro della vita e dell’attività d’ogni cristiano. L’impegno caritativo, pertanto, deve tendere a realizzare un’unità di mente e di cuore nelle diverse dimensioni dell’essere Chiesa nella quale ci troviamo a vivere e a operare. Compenetrati dalla Trinità, l’amore diventa partecipazione dell’uno alla vita dell’altro. Dalla condivisione dei cuori si dovrebbe giungere alla comunione di vita di preghiera, d’ascolto della Parola e di partecipazione all’Eucaristia.
Mossa non da un vago sentimento solidaristico, ma dall’Amore di Dio che guida il suo cammino, la Comunità accoglie, al primo posto del suo progetto, tale servizio della carità. Carità è invitare al banchetto della vita: poveri, ciechi, storpi, e zoppi, categorie che, ben comprese, esprimono mancanza di speranza, l’incapacità di sollevarsi, camminare e vedere il futuro.
Nelle sue diverse articolazioni, questo ‘servizio’ presterà anzitutto particolare attenzione alle varie povertà esistenti, sforzandosi di sensibilizzare continuamente la Comunità a questo impegno, primario.
Altri aspetti, seppure resi comprensibili nella ordinarietà della vita in cui si esercita e si esplicita la dimensione della Carità, sono rappresentate da tutti quegli ambiti della nostra parrocchia in cui si esercita il ministero dell’accoglienza, il lavoro nella comunità e la cura per l’ordine: perché le strutture parrocchiali sono la casa di tutti e necessitano dell’attenzione e della cura di ciascuno.